Jean Michel Basquiat celebrato a Parigi

Inserito il Dic 6 2010 - 6:09pm di fsfrau

Al Musée d’Art Moderne di Parigi è in corso fino al 30 gennaio una retrospettiva sull’artista statunitense Jean Michel Basquiat, in occasione dell’anniversario del cinquantesimo anno dalla sua nascita. Dalle arti plastiche alla pittura, in controtendenza con l’arte minimal e concettuale che andava a spalmarsi sul resto del mondo. E’ per questi motivi che si […]

Al Musée d’Art Moderne di Parigi è in corso fino al 30 gennaio una retrospettiva sull’artista statunitense Jean Michel Basquiat, in occasione dell’anniversario del cinquantesimo anno dalla sua nascita.

Dalle arti plastiche alla pittura, in controtendenza con l’arte minimal e concettuale che andava a spalmarsi sul resto del mondo. E’ per questi motivi che si celebra la nascita dell’artista nato a Brooklyn nel 1960, poi morto nel 1988, a New York a causa di un’overdosa di eroina. Di origine portoricana e haitiana Basquiat ha saputo creare un immaginario che mescola generi e pratiche differenti come il fumetto, la pubblicità, la Bibbia ed i suoi eroi afro-americani musicisti e sportivi, definendo una contro cultura urbana, violenta ed anarchica.

Quella di Parigi è una retrospettiva completa e quasi didattica che scandisce sala dopo sala tutte le fasi della sua crescita artistica, dall’epoca di Samo ©, 1978 all’incontro con Warhol nel 1982, passando per le più importanti esposizioni internazionali che lo hanno reso celebre, fino agli ultimi anni di vita. Con un allestimento classico da white cube ed un ordinamento cronologico, il genio di Basquiat viene raccontato a Parigi da opere – più di cento cinquanta- stravaganti ed eccessive, ma sempre debitrici della sua eccezionale energia creativa“, questo è quello che scrive Maddalena Rinaldi di ARTKEY.

fsfrau
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest

Commenta con i tuoi amici su Facebook

Leave A Response