L’abuso di cibo provoca dipendenza come la droga

Scritto il 18 settembre 2009

abuso cibo

Che l’abuso di cibo possa provocare dipendenza come la droga? Dal dipartimento di Tossicologia dell’Università di Cagliari arriva la risposta.

La dottoressa Valentina Bassareo, facente parte del gruppo di ricerca guidato dal professore Gaetano Di Chiara, afferma: “Nei casi di abuso di cibo, il cervello manifesta lo stesso comportamento che assume nel caso di abuso di farmaci, generando una dipendenza.” Sono stati comparati gli effetti delle sostanze stupefacenti nei soggetti tossicodipendenti con quelli causati dall’abuso di cibo nel caso di soggetti che mostrano un atteggiamento compulsivo nei suoi confronti, come accade nei casi di bulimia e binge eating ovvero disturbo da alimentazione incontrollata. Come avviene il meccanismo? In pratica quando il cervello subisce uno stimolo, i suoi neuroni trasmettono le informazioni tra le cellule costituenti il sistema nervoso. La dopamina è uno dei neurotrasmettitori che ha una notevole importanza nel fenomeno dell’apprendimento associativo inteso come quel processo in grado di associare ad un evento piacevole gli stimoli che ci richiamano a voler riprovare la stessa sensazione. Generalmente gli stimoli gratificanti naturali come cibo, acqua e l’accoppiamento, attivano in maniera naturale il nostro cervello avviando quello che viene chiamato meccanismo adattativo. Con la prima assunzione di cioccolato, in una specifica area del cervello denominata shell del nucleo accumbens, viene liberata una certa quantità di dopamina. Successivamente però il livello di dopamina non aumenta ogni qual volta viene assunto cioccolato, ma riprende a crescere solo dopo cinque giorni circa.

Per quanto riguarda invece gli stimoli gratificanti non naturali, come le sostanze stupefacenti, possiamo dire che stimolano il nostro cervello in maniera innaturale, persistente e continua. Prendiamo ad esempio la cocaina, in questo caso la dopamina viene liberata nella shell del nucleo accumbens ogni volta che viene assunta; tenendo alto il livello di dopamina, la cocaina favorisce un apprendimento associativo esagerato che diviene patologico e partecipa al sostentamento della dipendenza. La dottoressa Bassareo spiega: “Durante lo studio, svolto sui ratti da laboratorio, abbiamo simulato la condizione dell’individuo che consuma cioccolato o cibi salati in eccesso, e abbiamo valutato il loro livello di dopamina ogni volta che assumevano cibo. Nei soggetti che manifestano un bisogno irrazionale di mangiare, il cibo si comporta al pari della cocaina e libera dopamina ogni volta che l’individuo lo consuma, portando alla dipendenza“.

Foto: Google

E. Frau

Lascia un commento


I Commenti devono essere approvati da un moderatore

Consigliato

Galleria - Vedi tutte le foto

Cristiano Ronaldo Gucci Emporio Armani 2010/11 Stephen Benedicto Julian Vankim FREE SOUL 2010/11 Foto Di Chanel 2010/11 Kyle King Swimwear Madonna Dolce E Gabbana Tyler Lough Vincent Dilio Foto Chris Salvatore

Newsletter

Gratis la foto di un modello nella tua email

Accetto termini e condizioni

Tuttouomini LifeStyle consiglia

ADV