Bebe Vio prima di Domenica In premiata come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016

Inserito il Set 8 2017 - 1:53pm di Max

Bebe Vio prima di Domenica In premiata come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016. Ecco il commento a caldo di Bebe Vio. “Felicissima per il premio vinto, soprattutto perché prima di me lo aveva vinto solo il mitico Alex Zanardi dopo Londra 2012 – afferma un’entusiasta e incredula Bebe Vio – Il merito […]

Bebe Vio prima di Domenica In premiata come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016

Bebe Vio prima di Domenica In premiata come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016. Ecco il commento a caldo di Bebe Vio. “Felicissima per il premio vinto, soprattutto perché prima di me lo aveva vinto solo il mitico Alex Zanardi dopo Londra 2012 – afferma un’entusiasta e incredula Bebe Vio – Il merito é della stupenda squadra che lavora con me tutto l’anno, senza di loro non raggiungerei certamente questi obiettivi. E poi voglio ringraziare la grande squadra del Comitato Italiano Paralimpico, capitanata dal nostro presidente Luca Pancalli, e tutta la fantastica famiglia della Federazione Italiana Scherma. É stupendo vincere un premio così in una serata così bella ed importante, ma ora vi aspetto tutti ai Mondiali di scherma paralimpica che si terranno a Roma ad inizio novembre!”.

Bebe Vio prima di Domenica In premiata come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016

La storia si ripete: 4 anni dopo la premiazione dell’italiano Alex Zanardi, premiato come Best Male Debut a Londra 2012 per le sue straordinarie performance in handbike, ieri sera ad Abu Dhabi è stata la giovane Bebe Vio ad aggiudicarsi il prestigioso Paralympic Sport Awards come Best Female Debut, assegnato dal Comitato Paralimpico Internazionale.

Bebe Vio quindi è stata ufficialmente riconosciuta come miglior debuttante femminile alle Paralimpiadi di Rio 2016, grazie alla medaglia di bronzo vinta nella gara di fioretto a squadre e soprattutto all’oro vinto nell’individuale, con cui ha fatto emozionare tutto il mondo.

A consegnarle il premio, il Comitato Paralimpico Internazionale (IPC), l’organizzazione no-profit che presiede lo sport paralimpico a livello mondiale e che ha come scopo quello di creare opportunità sportive per tutti, a qualsiasi livello e di permettere agli atleti disabili di raggiungere eccellenze sportive.

Una vittoria importante per Bebe Vio che anche oggi, sulle orme dell’amico Alex Zanardi, continua ad essere promotrice dei valori dello sport paralimpico e dell’eccellenza italiana nel mondo.

Infatti, oltre al suo impegno sportivo, Bebe si occupa di promuovere il movimento dello sport paralimpico in Italia coinvolgendo sempre più bambini con disabilità ad avvicinarsi allo sport. Da questa sua attività trae linfa l’Associazione art4sport Onlus (www.art4sport.org) che si occupa di bambini e ragazzi con amputazioni di arto facendo loro godere della bellezza della vita attraverso lo sport.

L’associazione funge, infatti, da supporto pratico, economico ed organizzativo per l’acquisto di protesi e ausili sportivi per questi bambini. Ognuno di loro viene seguito in un percorso sportivo ma anche di vita, fatto di integrazione sociale, condivisione, maggior fiducia in sé stessi e divertimento.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Pinterest
Max scrive su Tuttouomini Lifestyle nelle categorie Auto e Moto e news. Collabora con il sito da più di tre anni. E’ laureato in legge.

Commenta con i tuoi amici su Facebook